Incontinenza fecale

Pavimento pelvico incontinenza fecale

L’incontinenza fecale è una condizione medica che comporta la perdita involontaria di feci o la difficoltà nel controllare l’evacuazione intestinale. È un problema che può avere un impatto significativo sulla qualità di vita di una persona, causando imbarazzo, isolamento sociale e limitazioni nelle attività quotidiane.

Incontinenza feci cause

L’incontinenza fecale può essere causata da diverse condizioni e fattori che influenzano il corretto funzionamento dei muscoli e dei nervi responsabili del controllo delle feci. Di seguito sono descritte alcune delle cause più comuni:

  • Lesioni o danni ai muscoli e ai nervi, come un parto difficile o traumatico, o  interventi chirurgici come l’emorroidectomia o la chirurgia per la rimozione di tumori, possono causare danni ai muscoli del pavimento pelvico e ai nervi che controllano l’ano e il retto
  • Malattie croniche dell’intestino, come la sindrome dell’intestino irritabile (IBS) e la malattia di Crohn, possono influire sul funzionamento intestinale e causare incontinenza fecale
  • Condizioni neurologiche, come il morbo di Parkinson, la sclerosi multipla e gli ictus, possono influenzare la funzione dei muscoli e dei nervi coinvolti nel controllo delle feci
  • Lesioni del midollo spinale, possono interrompere la comunicazione tra il sistema nervoso centrale e il retto, influenzando il controllo delle feci, e possono verificarsi a causa di traumi, come lesioni spinali o incidenti automobilistici

Incontinenza rettale sintomi

L’incontinenza rettale è una condizione che può manifestarsi con una serie di sintomi che influenzano il controllo delle feci:

  • Perdita involontaria di feci, può variare dalla perdita di piccole quantità di muco fecale fino a episodi più significativi di incontinenza, che possono coinvolgere feci liquide o solide
  • Difficoltà nel trattenere le feci
  • Urgenza defecatoria
  • Perdite di muco dall’ano, può essere un sintomo costante o intermittente e può essere associato a sensazioni di umidità o scivolosità nella zona anale
  • Incapacità di controllare il passaggio di gas

Diagnosi dell’incontinenza rettale

La diagnosi dell’incontinenza fecale coinvolge una valutazione completa della storia medica e dei sintomi del paziente, oltre a esami fisici e test diagnostici specifici. 

Il medico potrebbe richiedere esami come la manometria anorettale, che valuta la pressione e la funzione muscolare nell’ano e nel retto, o la defecografia, che consente di osservare il passaggio delle feci attraverso il tratto intestinale.

Incontinenza fecale trattamenti

I trattamenti per l’incontinenza fecale dipendono dalla causa sottostante e dalla gravità dei sintomi. Le opzioni di trattamento possono includere terapia comportamentale, come l’addestramento del pavimento pelvico e l’adattamento delle abitudini intestinali, l’utilizzo di dispositivi per la gestione delle feci, come i tamponi rettali, e l’uso di farmaci per ridurre l’infiammazione o migliorare la funzione muscolare dell’intestino. 

In alcuni casi, può essere necessario un intervento chirurgico per correggere eventuali anomalie anatomiche o riparare i muscoli e i nervi danneggiati.

PRENOTA ORA
LA TUA VISITA

Dott. Andrea Boccolini
Proctologo – Pelviperineologo
Torna in alto