Prolasso del Retto

Patologie proctologiche prolasso rettale

Il prolasso del retto, detto anche prolasso rettale o prolasso anale, è una condizione medica per cui il retto scivola fuori dall’ano. Infatti parliamo di prolasso, in generale, quando una qualsiasi parte del corpo cade dalla sua posizione normale.

A prima vista può sembrare una condizione pericolosa o spaventosa. Però, molto spesso, non viene considerata un’emergenza medica.

Resta il fatto che un prolasso rettale non curato per molto tempo, può peggiorare e aggravare la situazione.

Inoltre, vivere con un prolasso del retto può essere una situazione che porta imbarazzo e che influisce negativamente sulla vita delle persone che lo hanno subito.

Se senti qualcosa che non va contatta il tuo medico per verificare se hai un prolasso anale.

Tipi di prolasso rettale

Ci sono diversi tipi di Prolasso del retto. Ecco la lista dei prolassi rettali:

  • Esterno
  • Interno
  • Prolasso della mucosa

Il prolasso rettale esterno è l’intero retto che viene fuori dall’ano. 

Quando parliamo di prolasso rettale interno invece ci stiamo riferendo a uno scivolamento parziale in cui il retto ancora non è completamente fuoriuscito dall’anno.

Infine il prolasso della mucosa anale si ha quando una parte del rivestimento rettale sporge dall’ano.

Prolasso rettale sintomi

I sintomi del prolasso del retto sono abbastanza riconoscibili. Se ti senti come se avessi una palla nella zona anale dopo aver evacuato o se senti qualcosa sporgere dallo stesso, potresti avere un prolasso anale.

Se il prolasso non è completo, soprattutto le prime volte che lo subisci, potrebbe rientrare da solo in sede. Avrai in ogni caso la sensazione che qualcosa non va e che sia sceso, ma potresti essere in grado di riportarlo in sede da solo manualmente.

Ulteriori di sintomi di questa condizione medica chiamata anche Rettocele sono: 

  • sensazione di rigonfiamento esterno all’ano
  • massa rossa visibile fuori dall’ano
  • dolore anale
  • sanguinamento 
  • perdite fecali

Inizialmente il prolasso del retto può assomigliare alle emorroidi (che ricordiamo essere anche loro un tipo di prolasso). Ma sono due condizioni proctologiche ben distinte che sarà il Proctologo a dover diagnosticare.

Fattori di rischio del Rettocele 

Tra i fattori di rischio del prolasso dell’ano, un ruolo importante lo gioca il sesso del paziente così come l’età. 

Infatti si stima che siano in maggior misura le donne a soffrire di rettocele rispetto agli uomini. 

In particolare le donne con età superiore ai 50 anni. 

Incide anche il fatto di aver avuto in passato problemi di stipsi o altre problematiche al pavimento pelvico. 

Tra i fattori di rischio del prolasso del retto abbiamo: 

  • costipazione cronica
  • pavimento pelvico debole
  • storia familiare di prolassi
  • ipertrofia prostatica benigna
  • problemi anatomici 
  • frequenza nel sesso anale

Come si diagnostica il prolasso del retto

Con l’esame rettale il Medico Proctologo è in grado di diagnosticare il rettocele. 

Ad ogni modo potrebbero essere necessari ulteriori approfondimenti diagnostici su indicazione del tuo Medico. Ad esempio: 

  • manometria anorettale
  • elettromiografia anale
  • ecografia anale
  • colonscopia

Come si cura il prolasso del retto

Per curare il prolasso rettale esistono diverse modalità chirurgiche e possono dipendere dal tipo di prolasso rettale di cui soffri. 

In particolare è molto indicata la tecnica STARR, una chirurgia mini-invasiva per il ripristino anatomico del retto. 

Vi sono anche i classici interventi tramite chirurgia addominale o perineale, ma risultano più invasivi e con tempi di recupero dall’intervento più lunghi.

Chi cura il prolasso rettale

Il prolasso Rettale solitamente viene trattato dal Medico Chirurgo specializzato Chirurgia Generale che sia esperto in Proctologia e Pelviperineologia.

Comunemente questo tipo di Medico viene chiamato Proctologo.

Posso prevenire il prolasso del retto? 

Uno dei primo modi per prevenire il rettocele è quello di provare a non sforzarti troppo durante la fase di defecazione. 

Se soffri di stitichezza ascolta questi consigli: 

  • integra molte fibre nella tua dieta
  • riduci lo stress cambiando lo stile di vite
  • fai movimento
  • bevi tanta acqua
  • mantieni il tuo peso forma il più possibile

Cosa succede se non si opera il rettocele

Se non operi il rettocele potresti avere delle complicanze. Non fare passare troppo tempo quando ti rendi conto di avere un prolasso del retto.

Tra le complicazioni principali abbiamo: 

  • danni al retto, come ulcere e sanguinamento 
  • cancrena
  • strozzamento del retto
  • retto che non può essere riportato manualmente in sede

Per cui se hai problemi di questo tipo non esitare a contattare il Proctologo. 

PRENOTA ORA
LA TUA VISITA

Dott. Andrea Boccolini
Proctologo – Pelviperineologo
Torna in alto